Lettini da giardino e piscina

Il giardino, la piscina oppure la terrazza rappresentano per la maggior parte delle persone un vero e proprio angolo di paradiso in cui rifugiarsi per allontanarsi dalla quotidianità.

Non c’è niente di meglio, infatti, in una bella giornata d’estate che rilassarsi prendendo il sole sugli appositi lettini.

La prima caratteristica che li contraddistingue è quella che tutti gli arredi esterni dovrebbero avere, ovvero la resistenza alle intemperie.

I lettini quindi sono la soluzione ideale per vivere appieno la stagione estiva: come esterni da giardino sono quelli più pratici e comodi, sicuramente indispensabili e adattabili sia a uno spazio ridotto che più ampio, e non devono essere necessariamente accoppiati ad altri arredi.

Di solito però, una volta acquistati i lettini, si cerca sempre di ricreare nel giardino una sorta di angolo coordinato con altri arredi che possa così costituire un vero e proprio salotto esterno all’abitazione.

Arredamento da esterno

Uno spazio esterno rappresenta un miglioramento della qualità di vita di chi lo usa, tanto maggiore quanto più si presta attenzione e cura agli elementi da inserire nello spazio stesso.

In base allo spazio che si ha a disposizione (un balcone, un terrazzo, un giardino) e dopo averne valutato l’esposizione in modo da sfruttare al massimo o scheramre con una tenda il sole,  si può iniziare a pensare a come voler usare questo spazio esterno.

 

Un balcone può diventare un romantico angolino in cui fare colazione la mattina, un terrazzo può essere utilizzato per ricevere ospiti o per allenare il pollice verde e un giardino si presta facilmente ad essere uno spazio polifunzionale, con una zona verde, un angolo relax e un’area barbecue.

Ovviamente ogni spazio deve essere declinato in base alle proprie esigenze e arredato con mobili esterni seguendo la propria personalità, senza mai rinunciare, però, a un tocco di oggettivo buon gusto.

Partiamo dal basso: possiamo poggiare i piedi su un prato vero o sintetico o su un pavimento, in pietra, legno o gres porcellanato. Le alternative sono varie, non solo per i materiali, ma anche per l’effetto finale.

Si può poi pensare di inserire un tavolo, che deve essere delle giuste dimensioni, sia in base alla grandezza dello spazio sia per l’uso che se ne vuole fare. Se i metri quadri lo permettono si possono inserire anche altre sedute: poltrone, divani, sgabelli, pouf, per trascorrere un pomeriggio di relax o semplicemente per poter accogliere nel modo migliore gli ospiti.

Anche in questo caso, vi è una scelta infinita di oggetti, in base ai materiali, alla qualità e al prezzo: si può spaziare dal tavolino montabile prodotto in serie alla poltrona di design, ma a prescindere dalla scelta bisogna sempre assicurarsi che l’oggetto acquistato sia compatibile con l’esterno (da evitare materiali troppo delicati).

Altro elemento chiave è l’illuminazione: di giorno bisogna sfruttare ed eventualmente schermare i raggi solari, mentre di sera è necessario avere un sistema d’illuminazione adatto allo spazio.

Nelle piccole metrature possono bastare delle applicazioni, mentre negli spazi ampi è meglio scegliere delle lampade da terra per creare un’atmosfera soffusa e gradevole. Non resta quindi che divertirsi a immaginare lo spazio finito, arredarlo e, infine, goderselo in pieno!